L’Area archeologica di Ostia antica (Roma) è stato il terzo sito italiano a ricevere il Marchio del patrimonio europeo, a seguito della selezione 2019. Essa fa parte del Parco archeologico di Ostia antica, istituto autonomo del Ministero della Cultura.

La città romana di Ostia antica fu per tutta la durata dell’età imperiale la “porta di Roma”, verso la quale convergevano i traffici marittimi di merci e di persone dell’Urbe. Il valore europeo di Ostia antica è nella multiculturalità che l’ha sempre caratterizzata, visibile ancora oggi nei suoi monumenti. Emblematici sono i mosaici pavimentali del Piazzale delle Corporazioni, nei quali si leggono i nomi delle genti provenienti dai principali porti delle attuali Francia e Spagna, e dell’Africa mediterranea, che a Ostia avevano propri uffici e sedi corporative. Grazie a questo vero e proprio melting pot culturale, Ostia, inoltre, è stato il luogo attraverso il quale sono penetrati a Roma culti provenienti dal Mediterraneo Orientale, tanto che vi si conserva la più antica sinagoga ebraica al di fuori dall’antica Palestina.

Collegamenti esterni:

Sito web dell’Area archeologica di Ostia antica

Pagina web della Commissione europea dedicata all’Area archeologica di Ostia antica