1) Bandi straordinari Erasmus + per digitale e creatività. 4400 le domande ricevute

Sono 4400 le domande ricevute per partecipare ai bandi straordinari del programma Erasmus+ 2020, dedicati alla creatività e al digitale, i cui termini si sono conclusi lo scorso 29 ottobre.
Lanciati il 25 agosto 2020 con la pubblicazione del Corrigendum alla Guida del programma Erasmus+, i due bandi sono nati per rispondere alla crisi generata dal Covid-19 e supportare, attraverso l’introduzione di nuovi partenariati, l’apprendimento digitale e lo sviluppo delle competenze con la creatività e le arti.
Per maggiori informazioni sul programma Erasmus+, visitare il sito ufficiale e il sito dell’Agenzia nazionale

2) NEMO (Network of European Museum Organizations) pubblica il nuovo sondaggio di follow-up sull’impatto del Covid nei musei

Sei mesi dopo il primo studio sull’impatto del Covid-19 sul settore museale europeo, il network NEMO (Network of European Museum Organizations) ha pubblicato un nuovo sondaggio di follow-up rivolto al personale museale con lo scopo di acquisire una mappatura dello stato attuale dei musei, monitorare le sfide che gli addetti ai lavori hanno affrontato durante la pandemia e le principali soluzioni adottate. È possibile partecipare al sondaggio entro il 20 novembre 2020.
Tra le attività del network, si segnala il programma Political Internship lanciato nel 2018, quale strumento per fornire ai responsabili politici dell’Unione europea una maggiore comprensione del sistema museale e dell’importante ruolo svolto dai musei per migliorare la società, soprattutto durante la pandemia. È disponibile sul sito il video della partecipazione all’iniziativa, presso il Children’s Science Center Muzeiko di Sofia, in Bulgaria, della Commissaria europea per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù, Mariya Gabriel.
Per maggiori informazioni sulle attività svolte da NEMO, visitare il sito ufficiale

3) Al via la conferenza online OPEN UP! – Working with Contested Heritage organizzata da Culture Action Europe

Si terrà online dal 23 al 26 novembre 2020 la conferenza OPEN UP! – Working with Contested Heritage, organizzata dal network europeo Culture Action Europe nell’ambito della Week of Contested Heritage.
La manifestazione si propone di esplorare in modo partecipativo attraverso workshop, dibattiti ed esempi concreti, il ruolo del patrimonio culturale nella costruzione della società civile. Verranno, inoltre, presentati i risultati del nuovo progetto internazionale Heritage Contact Zone (HCZ), finanziato dall’Unione europea, con artisti e attivisti che hanno collaborato a iniziative della società civile per realizzare “spazi sicuri” aperti al dialogo e all’inclusione sociale.
Per registrarsi all’evento e scaricare il programma completo, cliccare qui

4) Pubblicato da UN Habitat il report sul valore dell’urbanizzazione sostenibile

L’Organizzazione delle Nazioni Unite Un-Habitat dedicata alla promozione della sostenibilità ambientale e sociale ha pubblicato il World Cities Report 2020 The Value of Sustainable Urbanization sul valore della sostenibilità nelle aree urbane. All’interno del documento è possibile riscontrare numerosi riferimenti al patrimonio culturale, soprattutto in relazione al contributo che lo stesso può offrire per sviluppare l’urbanizzazione sostenibile.
Per informazioni sull’organizzazione UN Habitat e scaricare il report, visitare il sito ufficiale