Il Castello dei Premyslid e il Museo arcidiocesano di Olomouc costituiscono uno dei fulcri della presenza morava nella storia europea. Il palazzo preserva e mette in luce l’alto livello di mecenatismo nelle arti raggiunto dagli arcivescovi moravi ed è uno splendido esempio di architettura boema.

Le prime testimonianze del complesso risalgono all’XI secolo, quando compare la prima menzione scritta del Castello a Olomouc nella Cronaca di Kosmas del 1055. Il sito occupa la collina Václavské návrší della cittadina e comprende oggi la cattedrale gotica dedicata a San Venceslao e il palazzo romanico. Del nucleo originario del castello sono visibili pochi resti, prevalentemente nell’area della piazza Václavské náměstí a sud della cattedrale, dove sono riconoscibili anche lacerti di mura romane. Gli elementi maggiormente conservati si trovano sul lato nord e nord-est del promontorio roccioso e comprendono le mura di pietra, i resti del muro esterno del palazzo con le finestre romaniche, le vetrate gotiche, la torre circolare e alcuni edifici del castello. Nei pressi della cattedrale si trova la cappella dedicata a Sant’Anna che serviva come luogo privilegiato per l’elezione dei vescovi e arcivescovi di Olomouc. Gli edifici che un tempo erano riservati ai decani del capitolo, di cui fa parte anche la cappella Santa Barbara, sono oggi adibiti all’esposizione delle collezioni del Museo arcidiocesano. L’intero complesso rappresenta la principale tappa della cristianizzazione avvenuta nella Grande Moravia. Molte personalità importanti hanno abitato nelle residenze del castello di Olomouc, quali il principe Venceslao III, l’ultimo esponente della famiglia Premyslid che lì fu assassinato nel 1306 e il giovane Mozart, che nel 1767 visse nella casa del preposto al capitolo e compose la Sinfonia n. 6 in fa maggiore.

Il castello Premyslid è dal 1962 monumento culturale nazionale. L’intero complesso museale è stato sottoposto a una serie di interventi di ricostruzione conservativa a partire dal 1998 fino all’inaugurazione del Museo arcidiocesano avvenuta nel 2006. Il Museo è stato dedicato alla conservazione delle opere d’arte dell’arcidiocesi di Olomouc e le sue collezioni mettono in risalto la dimensione europea del patronato degli arcivescovi e dell’aristocrazia morava attraverso il percorso espositivo.

Il sito ha ottenuto il riconoscimento del Marchio del patrimonio europeo nel 2015, partecipando all’iniziativa con un progetto incentrato sullo sviluppo di nuovi programmi educativi pensati per le giovani generazioni, attraverso la collaborazione di altre istituzioni europee.

Il progetto ha proposto di utilizzare gli edifici del complesso e le collezioni artistiche contenute per esplorare le principali componenti culturali e religiose fondanti della cultura europea: l’antichità, il cristianesimo e l’ebraismo. Al fine di raggiungere una più ampia partecipazione del pubblico internazionale, è stato potenziato il servizio di audioguida, in varie lingue, ed è stata incrementata la realizzazione di mostre di arte contemporanea.

Sito web del Castello di Premyslid e Museo arcidiocesano di Olomouc

Pagina del sito della Commissione europea dedicata al Castello di Premyslid e Museo arcidiocesano di Olomouc